Home  /  Le ispirazioni della settimana   /  Tavernette, seminterrati & Co. Come trasformarli in luminosi living

Seminterrati, tavernette, piani grandi come case intere ma lasciati a stanze di servizio o rifugium peccatorum, dove semplicemente accumulare vecchi giochi di bambino, mobili ormai di seconda mano, enciclopedie degli anni ’80 da anni inutilizzabili.

Per fortuna arriva prima o poi, in ogni famiglia, il momento durante il quale dire ‘basta!’, il momento durante il quale mettere ordine e trasformare questi spazi in un secondo soggiorno o, a seconda delle dimensioni, in un secondo appartamento da usare per ospiti occasionali.

Ed ecco qui il progetto di trasformazione di un grande seminterrato in Sardegna in un piacevole (e luminoso) living per una giovane coppia con bambino.

I temi principali su cui lavorare su questo progetto sono stati principalmente due: la luce e lo stile.

Elena e Massimo ci hanno chiesto infatti di trasformare stilisticamente questo loro seminterrato per aumentarne luce e vivibilità, mantenendo però inalterate alcuni funzioni importantissime: l’uso della cucina, l’uso di un grande camino utile anche alla cottura del cibo e la possibilità di uno spazio conviviale dove chiacchierare con gli amici; il tutto, utilizzando possibilmente una finitura a loro cara: il rivestimento in pietra.

Ecco come si presenta oggi il seminterrato.

 

La situazione di partenza non è del tutto compromessa, per fortuna, dal momento che l’arredamento è nuovo e gli spazi sono aperti ma l’effetto finale non soddisfa i proprietari, a causa della scarsa luminosità naturale e della palette di colori piuttosto scura.

Ed ecco la nostra proposta in pianta con un ideabook ricco di immagini e suggerimenti sia sugli arredi che sulle finiture e sui colori da utilizzare al fine di rinnovare gli spazi di questo seminterrato.

Privilegiando colori chiari per le pareti, la pavimentazione e l’arredamento, abbiamo discusso con i proprietari spazi, distribuzione, funzioni, colori ed effetti finali.

Attraverso questa tavola di sintesi che mette insieme planimetria distributiva e immagini di riferimento per idee e spunti sia sugli arredi che sulle nuove palette  colori, siamo riusciti a discutere, (anche a distanza, via skype tra la Sardegna e i nostri uffici a Parma)  di 3 tipologie di variante stilistica.

La prima e l’ultima delle nostre proposte in Moodboard sono poi diventate progetti veri e propri, molto simili tra loro ma diversi come effetto finale e come rapporto con la luce.

In entrambe le soluzione abbiamo dato risalto alla lunga parete che dall’ingresso fino alla fine del grande ambiente risulta essere la colonna vertebrale dello spazio, riservando a questo setto murario la finitura in pietra chiara richiesta. Le luci inserite poi come stripled in corrispondenza del grande camino e sul fondo della stanza, ‘lavano’ di luce verticalmente il rivestimento e ne accentuano l’effetto irregolare, materico e decorativo.

Il grande camino infine, in corrispondenza dell’angolo cottura, sarà il centro della vita familiare e conviviale di questo spazio.

Tramite lo sviluppo della modellazione tridimensionale dell’intero progetto, Elena e Massimo hanno ora chiarezza di come può diventare il loro seminterrato e scegliere la loro versione preferita.

A voi quale piace di più?

Nessun commento

LEAVE A COMMENT