Home  /  Eventi   /  Programmi per il week end?? Apre Fotografia Europea

Il 5 maggio inaugura la dodicesima edizione di Fotografia Europea a Reggio Emilia.
L’edizione 2017 porterà nella città emiliana: 30 mostre, 5 produzioni originali, 10 sedi espositive in cui si terranno incontri, spettacoli, laboratori e oltre 200 appuntamenti, il calendario è ricco per i giorni dell’opening ma le mostre resteranno aperte fino al 9 luglio.
Il tema di questa edizione “Mappe del tempo. Memoria, archivi, futuro” è interrogarsi sul rapporto che gli artisti hanno con gli archivi storici, cosa vuol dire avere a disposizione una massa di dati senza precedenti, se questi dati sono da considerarsi come atti del passato presente o futuro. La fotografia si misura quest’anno con la memoria e con le sue infinite reinvenzioni nell’era del digitale. Non vi aspettate interpretazioni di tipo documentaristo, verrete stupidi dalla creatività e della criticità degli artisti.
Per non perdersi neanche una mostra viene proposto un percorso ideale da seguire partendo da Palazzo Magnani, qui l’esposizione di Paul Strand e Cesare Zavattini: Un paese. La storia e l’eredità; in cui verranno presentate fotografie originale, ristampe d’autore e fotografie inedite raccolte dai più prestigiosi musei internazionali.

I Chiostri di San Pietro ospiteranno mostre dedicate allo studio e archivio Gianni Berengo Gardin, ai progetti di Fabrica by Benetton Group, al progetto di Joan Fontcuberta, ad un focus storico sul Sudafrica (paese ospite di questa edizione) e al progetto Speciale Diciottoventicinque.

Ai Chiostri di San Domenico sono stati invitati a confrontarsi con il tema Il Paese di Paul Strand e Cesare Zavattini, Tommaso Bonaventura, Jan de Cocck, Aleix Plademunt e Moira Ricci.

A Palazzo da Mosto sono in mostra i progetti espositivi sulle modalità d’archivio più recenti per raccogliere, indagare, esporre e montare le immagini di Daniel Blaufuks, Alessandro Calabrese, Kurt Caviezel, Edmund Clark e Crofton Black, David Fathi, Agnes Geoffray e Teresa Giannico.

Nell’ex sede dell’ACI e nella Galleria Parmeggiani sono esposti progetti arrivati dalla Public Call: la raccolta di materiale inviato da tutti i fotografi interessati ad entrare nel circuito della manifestazione.

A Palazzo dei Musei si terrà Loop-Giovane Fotografia italiana #05, curata da Daniele De Luigi, collettiva di sette artisti under 35 selezionati.

Allo Spazio Gerra ci si chiederà cosa rimane della comunità hippie e cosa di questa esperienza influenzi il nostro presente attraverso l’esposizione Community Era-Echoes From The Summer Of Love.

Al Museo di Storia della Psichiatria, Christian Fogarolli è stato invitato a realizzare una produzione originale sviluppata sul rapporto fra le discipline scientifiche come la medicina e il mezzo creativo ed artistico.

Alla Biblioteca Panizzi l’esposizione Foto-graphia. Tra immagine e parola, curata da Laura Gasparini, Giulia Lambertini, Monica Leoni.

Anche per la sua XII edizione Fotografia Europea sarà arricchita dal Circuito Off, un programma di oltre 300 esposizioni ed eventi indipendenti e autogestiti, promossi da gallerie, associazioni, soggetti pubblici e privati, disseminati nel territorio cittadino e provinciale e dalla collaborazione con i maggiori enti del territorio emiliano nel campi della ricerca e della fotografia come lo CSAC di Parma, la Fondazione Maramotti di Reggio Emilia, la Fondazione Fotografia di Modena, il MAST di Bologna.

I biglietti sono in promozione sul sito  ad un prezzo di € 11,00 per ancora pochi giorni, oppure al prezzo di €15,00 presso i Chiostri di San Pietro e Palazzo Magnani.
Fonti e crediti fotografici: Artemagazine e Fotografie Europea

 

Nessun commento

LEAVE A COMMENT