Home  /  Progetti   /  Progetto per un negozio di Ottica

Marco un giovane ottico ha scelto di regalarsi per questo Natale un nuovo negozio e ci ha affidato il compito di trasformare in realtà i suoi desideri e le sue esigenze.

Colori chiari, luce, più spazio per esporre.
Queste le parole chiave che ci hanno guidato nella ricerca progettuale per questo progetto di interior che ha spaziato dalla riorganizzazione dello spazio generale all’allestimento delle vetrine, dalla progettazione delle pareti espositive alla risagomatura dei banconi.

Dopo aver ascoltato le richieste del cliente, esaminato mappe catastali e rilievi la nostra matita ha iniziato a schizzare le prime idee. L’obiettivo era rifare il make-up del negozio con la minima spesa e per fare questo ci vogliono intuizioni e molte idee.
Per prima cosa abbiamo pensato ad una nuova distribuzione dello spazio che dividesse la zona espositiva dalla zona più intima e riservata delle visite oculistiche, attraverso un vetro opale collocato sul retro del bancone.
Poi ci siamo occupati del riutilizzo e della trasformazione gli arredi esistenti, quali banconi, scaffalature e mobili contenitori come richiesto dal cliente.

Per migliorare l’estetica di questi pezzi e renderli più contemporanei abbiamo optato per alcuni un rivestimento degli stessi mobili in vetro opale e per quelli in legno una semplice rivenciatura.
La progettazione della zona espositiva è stata la parte più interessante: infatti è in questa fase che il progetto si è sdoppiato e abbiamo deciso di studiare due progetti diversi, questo per dare risposta a Marco sia in termini economici che in termini di scelte progettuali.

La prima proposta, più particolare, trova il leitmotiv di progetto nelle forme geometriche: volumi tondi scavati appoggiati l’uno sull’altro sopra un piedistallo girevole che offrono lo spazio espositivo delle vetrine, specchi circolari e piccole luci che cadono dal soffitto sulla parete espositiva, e carta da parati che rende con un disegno geometrico l’illusione ottica della profondità e del gioco dell’origami.03-ottico-smellofdesign05-ottico-smellofdesign

 

Nella seconda versione lo spazio espositivo è l’assoluto protagonista e la continuità delle mensole espositive che escono da un fondale di pietra e che terminano nelle vetrine rende lo spazio più ampio e continuo.

00-ottico-smellofdesign

01-ottico-smellofdesign

04-ottico-smellofdesign

La palette dei colori per le due versioni dei progetti è la medesima, arredi bianchi, corpi luminosi a led e un pavimento in legno di rovere chiaro per rendere un piccolo spazio un posto accogliente.

E voi quale delle due versioni preferite?

Per info sulla consulenza progettuale visita la nostra app

Nessun commento

LEAVE A COMMENT