Home  /  Articles posted by giulia

“Abbiamo studiato l’oggetto e le sue interazioni con lo spazio circostante proprio come fanno i tipografi quando progettano una lettera”. Così i fratelli designer spiegano la loro ultima creazione per Samsung, ed infatti guardando di profilo SERIF TV ci ricorda la forma di una “i” maiuscola scritta con il font Serif, da cui prende il nome. Ronan & Erwan Bouroullec famosi per le loro sedie, scrivanie e lampade per Vitra, Flos e Cappellini tra gli altri, hanno progettato con un design minimale la nuova televisione del colosso coereano rendendola un oggetto capace di adattarsi all’ambiente in cui viviamo. L’inconfondibile profilo a “i” si fa più sottile al centro e si amplia agli estremi, creando due superfici piatte simili a piccole mensole, questo dettaglio ci permette di appoggiare la tv in ogni punto della casa: sui mobili, su una mensola o in versione freestanding, ma anche di appoggiarci sopra altrettanti oggetti.

Le librerie sono gli elementi d’arredo che più ci rappresentano all’interno delle nostre abitazioni, nascoste nelle camere più private o in bella mostra in soggiorno, ospitano gli oggetti della nostra quotidianità, i nostri ricordi, le nostre letture preferite e raccontano agli occhi di chi le guarda un pezzo della nostra vita. Di design o su misura, oggi se ne trovano veramente di tutti i tipi. I vantaggi del “su misura” non sono pochi: possiamo andare ad occupare fino all’ultimo centimetro della parete e creare dei veri e propri muri di libri seguendo i gusti del proprietario. Sempre più spesso riceviamo richieste per questo tipo di librerie che sfruttino al massimo le dimensioni della stanza, fino a diventare le protagoniste indiscusse dell’arredo dell’intera abitazione. Ecco qualche esempio di librerie progettate da noi.

Progetto: Restyling di living Luogo: provincia di Parma Budget: 4.600,00 € (iva compresa) Francesca ha appena finito i lavori di restyling del suo living e siamo andati di corsa a fare le fotografie del risultato finale. Siamo stati chiamati qualche tempo fa per trovare una soluzione progettuale che risolvesse e integrasse la zona ingresso con la zona living e per selezionare gli arredi destinati a questi due spazi per la casa di Francesca e della sua famiglia. Le due zone, seppure attigue, non risultavano in armonia tra loro, e soprattutto non risolvevano il problema del contenimento degli oggetti della famiglia. Ecco la situazione PRIMA del nostro intervento.

Dopo l’arte, l’architettura e il cinema sbarca in laguna la settimana dedicata all’arte vetraia.Gli eventi organizzati saranno oltre 140, distribuiti tra fornaci e botteghe e si respira già un’aria entusiasmante. La manifestazione è stata infatti fortemente voluta dal Comune e coinvolgerà molte delle principali istituzioni di Venezia, con l’obiettivo di rivitalizzare e sostenere una delle più importanti attività artistiche e creative della città. Il centro della manifestazione sarà l’isola di Murano, ma sul modello del fuorisalone milanese anche molte calli e campielli di tutta la città lagunare saranno sede della manifestazione.

Ikea e Apple si alleano per rivoluzionare il mondo dello shopping per la casa. Ci restano ancora alcune settimane di tempo per prepararci all’idea di poter arredare casa stando dietro la fotocamera del nostro Iphone. Il frutto dell’unione dei due colossi mondiali è una nuova applicazione che ha come obbiettivo la rivoluzione del mercato degli arredi dell’Ikea. Ikea Place ci permetterà di scegliere, posizionare, provare, e in futuro anche acquistare i mobili svedesi direttamente dai nostri dispositivi, rigorosamente Apple!

Il 5 maggio inaugura la dodicesima edizione di Fotografia Europea a Reggio Emilia. L’edizione 2017 porterà nella città emiliana: 30 mostre, 5 produzioni originali, 10 sedi espositive in cui si terranno incontri, spettacoli, laboratori e oltre 200 appuntamenti, il calendario è ricco per i giorni dell’opening ma le mostre resteranno aperte fino al 9 luglio. Il tema di questa edizione “Mappe del tempo. Memoria, archivi, futuro” è interrogarsi sul rapporto che gli artisti hanno con gli archivi storici, cosa vuol dire avere a disposizione una massa di dati senza precedenti, se questi dati sono da considerarsi come atti del passato presente o futuro. La fotografia si misura quest’anno con la memoria e con le sue infinite reinvenzioni nell’era del digitale. Non vi aspettate interpretazioni di tipo documentaristo, verrete stupidi dalla creatività e della criticità degli artisti. Per non perdersi neanche una mostra viene proposto un percorso ideale da seguire partendo da Palazzo Magnani, qui l’esposizione di Paul Strand e Cesare Zavattini: Un paese. La storia e l’eredità; in cui verranno presentate fotografie originale, ristampe d’autore e fotografie inedite raccolte dai più prestigiosi musei internazionali.